Riflessioni sulle qualità di un project manager

Se mi dovessero chiedere quali sono le due qualità più importanti che deve avere un project manager nella “liquidità” e “complessità” del mondo moderno non avrei dubbi nell’indicare AGILITA’ e RESILIENZA.

All’agilità ho già dedicato diversi post e ne farò ancora in futuro.

Per definire esattamente il concetto di resilienza prendo a prestito la definizione che preferisco cioè quella di Pietro Trabucchi: “la resilienza …. è la capacità di persistere nel perseguire obiettivi sfidanti, fronteggiando in maniera efficace le difficoltà e gli altri eventi negativi che si incontreranno sul cammino“.
Inutile dire che i progetti cambiano ogni giorno, che le priorità all’interno del portfolio aziendale anche ogni ora. Le difficoltà nascono al’interno e all’esterno dello stretto perimetro del progetto … dunque quali meglio di agilità e resilienza sono le qualità necessarie per rendere un progetto vincente?

Poi anche rigore metodologico, capacità relazionale, leadership sono importantissime qualità ma probabilmente più facili da costruire partendo da agilità e resilienza …

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>